Vicenza in novembre: sagre ed eventi da non perdere

Novembre a Vicenza continuano feste, sagre ed eventi da non perdere. In questo articolo troverai le manifestazioni che si svolgeranno in città e che cosa offrirà la provincia in fatto di feste e tradizioni.


Novembre, chiamato così perché nel calendario romano era il nono mese, è un periodo dell’anno in cui si celebrano ricorrenze storiche ed antiche tradizioni.

La tradizione cristiana vuole che l’1 e il 2 novembre si festeggino la ricorrenza degli Ognissanti e la commemorazione dei defunti, pochi sanno che queste due feste hanno un'origine pagana in quanto, prima che la Chiesa imponesse le sue regole ed il proprio calendario liturgico, popoli come i Celti festeggiavano in queste date il Capodanno col ritorno sulla terra dei defunti.


Questa popolazione era dedita all’agricoltura e alla pastorizia e aveva introdotto questa usanza, per cui, nel suo calendario contadino, la fine dell’estate e quella dei raccolti coincideva con il termine di una stagione e l’inizio di un nuovo anno. Usanza che aveva anche dei riti particolari come quello di rifare i letti con delle lenzuola pulite perché i defunti, così voleva la tradizione, per un giorno sarebbero ritornati sulla terra fra i loro cari e avrebbero riposato nei loro letti.

Accanto a questa consuetudine c’era anche quella di lasciare la tavola imbandita e il fuoco acceso, perché potessero mangiare e riscaldarsi.


Con le regole imposte dalla Chiesa, caddero tutte queste consuetudini tranne quella di fare opere di bene in memoria dei defunti.

Si cuocevano fave, ceci, fagioli e lupini da mangiare in famiglia che poi venivano offerti ai poveri che quel giorno chiedevano l’elemosina e che in cambio dicevano preghiere per i cari estinti della famiglia. Si offriva il pane e dolci da qui il pan dei morti e le favette dei morti, cibo rituale per festeggiare chi non c'è più e chiedere a loro sostegno e clemenza.


Altro giorno di novembre, che fino al 1976 è stato celebrato come Festa Nazionale, è il 4 novembre in cui si festeggiava l’armistizio della Prima Guerra Mondiale nel 1918 e che, dal 1922, venne designato come la Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze armate.

Dal 1976 questa ricorrenza, a causa dell'Austerity per cui furono presi una serie di provvedimenti nella convinzione che di lì a pochi anni, se non si fosse risparmiato, si sarebbero esaurite le fonti energetiche e il petrolio, è diventata una “festa mobile” che oggi viene celebrata la prima domenica di novembre.


Conosci poi la leggenda dell'Estate di San Martino, 11 novembre ? Si narra che il Santo abbia soccorso un mendicante, dividendo il suo prezioso mantello di lana per proteggere entrambi dal freddo e che, dopo questo suo gesto, il clima sia cambiato facendo uscire un bel sole caldo.

In Italia, oltre San Martino, in quella data si festeggiano anche gli uomini traditi, è la cosiddetta “festa dei cornuti” che in alcuni piccoli comuni del sud sfilano per le strade in costume, bevendo vino.


Eventi e feste nel mese di novembre a Vicenza

Alcuni eventi sono partiti già nei mesi scorsi e continueranno o termineranno a novembre come la XXVI^ edizione del Festival Spazio & Musica, una rassegna di musica antica che, iniziata a settembre, termina il 13 novembre e che ha come titolo “Da Magellano a Bach, un viaggio al centro della musica”.

Questo festival è una sorta di navigazione musicale, che vuole spaziare dai villancicos del Rinascimento iberico alla commedia dell’arte italiana, dai compositori della Serenissima del Seicento ai geni creativi del Barocco europeo ed in cui si esibiranno solisti ed ensemble di grande prestigio e gli ultimi due appuntamenti previsti saranno domenica 6 e quella successiva. Il concerto di chiusura poi, come recita anche il titolo dell’intera manifestazione, sarà un omaggio ad Antonio Pigafetta, il celebre vicentino che 500 anni fa partecipò alla prima circumnavigazione del mondo iniziata da Ferdinando Magellano.

Questo spettacolo si svolgerà presso le Gallerie d’Italia, dove sarà esposto il prezioso manoscritto con la Relazione del primo viaggio intorno al mondo conservato nella Biblioteca Ambrosiana di Milano, che tramanda la versione originale redatta da Pigafetta.


Un altro evento già iniziato e che si protrarrà fino alla fine di maggio 2023, è la Mostra Palafitte e Piroghe del lago di Fimon che è possibile visitare presso il Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza dal martedì alla domenica con orari dalle 9 alle 17 fino a giugno. In questa mostra sono esposti reperti trovati nel lago dal ricercatore Gastone Trevisiol e che risalgono all’età del Rame e del Bronzo.


Un evento che invece si concluderà a fine anno è il “Vicenzatour2022”, con dei percorsi guidati in centro storico alla scoperta di musei, mostre e palazzi e che è possibile prenotare on line sul sito

Un’ultima manifestazione ancora in corso e che andrà avanti tutte le domeniche fino a fine agosto del 2023 è il PantaGiro, sotto l’organizzazione di PantaRhei ed in collaborazione con Ardea, l’Associazione di didattica museale. L’obiettivo di questo appuntamento è quello di organizzare delle passeggiate animate nel Museo Naturalistico Archeologico, nella vicina Chiesa di Santa Corona e nel Museo del Risorgimento e della Resistenza: nei primi due edifici le visite a novembre vengono effettuate alle 10,30 mentre per quella al Museo del Risorgimento e della Resistenza si parte alle 15.

Per quanto riguarda i nuovi eventi dal 6 al 9 si terrà, presso i padiglioni della Fiera, la IX^ edizione di Cosmofood, la manifestazione di riferimento del Triveneto per il mondo food, beverage e professional equipment per la ristorazione.

Sempre nel quartiere fieristico torna dal 18 al 20 Pescare Show, il Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto, dove saranno presentate innovative proposte dei top brand del mercato con numerose aree demo e interessanti momenti di approfondimento e confronto.

A fine mese il 26 e il 27, nello stesso contesto, si svolgerà Quattrozampeinfiera, un evento che ogni mese sceglie una città italiana diversa e che non ha bisogno di presentazioni, dove educatori, veterinari, associazioni e aziende saranno a disposizione del pubblico per consigli ed informazioni. Rammentiamo ai padroni che tutti i cani, per accedere alla Fiera, devono essere muniti di microchip e di scheda di iscrizione all'anagrafe canina mentre i cuccioli devono aver compiuto almeno i 4 mesi di vita.

Ricordiamo infine che la seconda domenica di ogni mese si svolge il Mercato dell’Antiquariato, del Collezionismo e del Vintage con le bancarelle che attraversano le vie e le piazze principali della città e che dal centro storico arrivano fino alla stazione dei treni dove è possibile trovare libri, mobili antichi, gioielli e capi di abbigliamento.




Novembre: sagre e feste storiche in provincia di Vicenza

Nonostante il clima di novembre non sia più clemente come nella bella stagione, sono ancora tante le sagre e le feste storiche anche in provincia.

Il 1° del mese, per esempio, sei ancora in tempo per partecipare all’ultimo giorno della Festa delle Castagne a Monte di Malo.

Nata per valorizzare questo frutto, questa manifestazione si è trasformata nel corso del tempo come la festa dei gusti e dei sapori d'un tempo e come la rivalorizzazione delle vecchie tradizioni.

Il 2 novembre ad Asiago si terrà invece la Fiera dei Santi, dove le strade e le piazze del centro saranno invase da tantissime bancarelle con prodotti e merce di ogni genere.

Sempre il 2, una serata da non perdere sarà a Bassano del Grappa dove si terrà il concerto di James Taylor, il leggendario cantautore che, accompagnato dalla sua all star band, ci farà riascoltare dal vivo i brani più famosi che hanno contraddistinto la sua meravigliosa carriera.

Ancora a Bassano i giorni 5 e 6 si svolgerà al Pala Ubroker la Fiera dell’Elettronica, una mostra mercato dove sarà possibile vendere e acquistare articoli di ogni genere, relativi al vasto mondo dell’informatica, dell’elettronica o della telefonia.

Da domenica 30 ottobre fino al 6 è prevista invece la Festa di Ognissanti di Arzignano, dove gli stand gastronomici proporranno i prodotti tipici locali del periodo tra cui la degustazione della Bondiola e le frittelle con la maresina.


Dall’11 al 13 a Breganze si svolgerà l'Antica Fiera San Martino, dove sarà possibile immergersi di nuovo nel passato con la degustazione dei prodotti tipici di una volta e con la rievocazione dei mestieri antichi. Durante questa fiera sono previste diverse iniziative tra cui delle visite guidate al campanile, un concerto di campane e uno di canti popolari.

Il 25 novembre a S. Caterina di Lusiana sull’Altopiano di Asiago si terrà la tradizionale Festa del Mandorlato che nasce come Fiera Franca e Sagra del Mandorlato e della Trippa, dove anche quest’anno, tra laboratori per bambini e il “Palio delle Cariole”, sarà possibile degustare ed acquistare, oltre al mandorlato, anche le castagne e la tradizionale trippa.

Partita a settembre, si conclude invece il 27 di questo mese la 24^ edizione della Festa della Patata naturale dell’Alto Astico e di Tonezza, dove sarà possibile mangiare degli gnocchi preparati con patate naturali di montagna e di vallata, coltivate senza l'uso di erbicidi, fertilizzanti chimici e antiparassitari. Realizzati a mano e conditi con 5 differenti sughi, la degustazione viene fatta in alcuni ristoranti di Tonezza del Cimone e di Posina.

Accanto a queste manifestazioni già confermate, ce ne sono altre due che, pur essendo in calendario, devono ancora ricevere l’avallo definitivo del Comune: a Creazzo infatti la giunta comunale non ha ancora dato la conferma della Marronata prevista per il 20 né per la Sagra di San Nicola, solitamente organizzata a fine mese.




23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti