Come creare aiuole fiorite tutto l'anno

Se anche a te, piace l'idea di avere delle aiuole fiorite tutto l'anno, sei arrivato nell'articolo giusto. Vorremmo condividerti alcuni consigli utili su:

Esiste la credenza che, per realizzare un’aiuola, bisogna avere un grande spazio, molti soldi da investire o possedere il pollice verde.

Creare delle aiuole fiorite è molto più semplice di quanto si pensi ma soprattutto è molto appagante sia da un punto di vista emotivo che creativo: oltre ad essere importanti per il loro effetto visivo e per definire gli spazi che circondano il perimetro del giardino, le aiuole infatti sono una valvola di sfogo ed un modo per liberare e far scatenare la propria fantasia.


Per ottenere un risultato soddisfacente non è necessario avere il cosiddetto pollice verde, la creazione e la manutenzione di aiuole e bordure, può essere molto semplici ma anche molto complesse, tutto dipende dalla nostre scelte in fase di progettazione.

Pertanto è consigliabile scegliere con estrema cura la forma, i fiori, le piante e le composizioni adatte

A questo bisogna aggiungere l’importanza dell'uso del colore per creare effetti piacevoli, naturali ed armoniosi.

Esiste la “ruota dei colori” che è divisa in 6 segmenti, con 3 colori primari, rosso, giallo e blu, da cui poi derivano tutti gli altri.

I colori opposti si caricano l’uno con l’altro mentre i colori confinanti si armonizzano meglio, come per esempio il rosso, l’arancio e il giallo.


Il bianco e il grigio sono importanti per separare ed esaltare le tonalità più vive. Tra i colori delle piante, il verde rappresenta l’elemento coordinatore di base, lo sfondo ed ha il compito di attenuare i colori più intensi.

Il bianco, invece, li separa e li rafforza, è molto rinfrescante d’estate e serve per dar luce alle zone ombrose del giardino.


I colori quindi possono dare un effetto di armonia o di forte contrasto ma anche trasmettere energia e vitalità come quelli tono su tono che vanno dal bianco al blu o come il rosa, il viola o gli altri colori combinati. Infine i toni caldi delle varie gamme di colori chiari come il giallo, l'arancio e il rosso creano una sensazione di luminosità simile a quella di un giardino mediterraneo esposto a pieno sole.



Consigli per progettarla

Per realizzare un’aiuola fiorita tutto l’anno, è necessario creare prima di tutto un progetto, per decidere sin da subito gli aspetti e le caratteristiche che dovrà avere la vostra aiuola.

Prima di decidere le forme, dimensioni e colori di fiori e piante, sarà fondamentale conoscere le caratteristiche del terreno e il tipo di clima.

Solo dopo aver fatto questa indagine, sarà possibile elaborare un progetto dove disegnare le zone in cui posizionare le piante, segnando le zone d’ombra e di sole, l’orientamento e la direzione del vento.


Una volta scelto il terreno dove posizionare l'aiuola, è necessario ammorbidirlo, rompendo le zolle, quindi bisogna pulirlo, eliminando pietre, radici e erbacce. A questo punto va concimato con del fertilizzante naturale ed infine lisciato con un rastrello.

Una volta pronto, prima di piantare fiori e piante è necessario aspettare una decina di giorni per farlo assestare. È molto importante che ci siano almeno 25 cm, tra le piante o i fiori di una stessa fila o tra una fila e l’altra, cosicché le piante possano avere la giusta quantità di terreno, per poter crescere e svilupparsi senza correre il rischio di soffocare.


Se invece un’aiuola la vogliamo utilizzare come bordura, allora bisogna considerare un’ampiezza minima di 1,5 metri fino ad una massima di 3 metri, per chi vuole un assortimento di piante e fiori più variegato.

Altro aspetto da considerare sono gli elementi architettonici e naturali che abbiamo intorno, come gli alberi e le siepi che sono un’ottima protezione ma allo stesso tempo hanno delle radici superficiali che assorbono acqua ed umidità, per cui è indispensabile lasciare un giusto margine di spazio tra l’estremità dell’aiuola o della bordura e la siepe stessa.

La stessa riflessione è valida anche per i muri e per le piante rampicanti come le rose i gelsomini, il glicine.


Passiamo ora ai passaggi successivi per avere un'aiuola di cui essere orgogliosi.

Il primo consiglio è che le piante che sceglierai devono avere una fioritura abbondante e lunga ma soprattutto devono sbocciare nello stesso periodo tutte insieme così da avere un giardino uniforme al colpo d’occhio.

Seminare delle bulbose può essere di grande aiuto per avere fioriture piene a partire da marzo. Inoltre è meglio scegliere piante che siano resistenti alla pioggia e al vento e che abbiano una capacità di ripresa molto veloce, tornando rapidamente alle condizioni iniziali anche dopo un lungo periodo di intemperie, soprattutto se la aiuola ci serve come bordura.


Se ami un’aiuola vistosa e gradevole ma hai poco tempo da dedicare al giardino, opta per delle piante autopulenti, ossia con dei frutti che cascano da soli e che non vadano ad impoverire la fioritura. Se sei poco esperto/a, ti consigliamo un’aiuola dalla forma quadrata, rettangolare o più moderna che sono più semplici da realizzare rispetto ad una tondeggiante o geometrica.

Altra cosa da evitare, se non sei un professionista, è creare tante aiuole di piccole dimensioni così da non rischiare l'effetto disordine.

A tal proposito è meglio creare un’unica grande aiuola, scongiurando così un risultato poco piacevole.

Meglio quindi avere fiori della stessa specie magari di colori diversi che varietà di fiori di tipologie diverse che rischiano di non crescere uniformemente, rendendo così l’aiuola spoglia e poco curata.

Ultimo consiglio, che potrà sembrarti scontato ma non lo è, compera piante giovani che non hanno ancora cominciato a fiorire e con le radici che non hanno ancora riempito il vaso, in modo tale da avere un attecchimento più facile e migliore, una fioritura più lunga ed una crescita più rigogliosa.



Quali piante scegliere: fioriture a scalare

La fioritura a scalare è semplicemente l'unica tecnica che permette di avere un giardino fiorito in tutte le stagioni. Potrebbe sembrare un’operazione semplice perché basta piantare varietà che fioriscono in momenti diversi.

Pur non essendo complicato, la realizzazione richiede di considerare vari elementi, soprattutto per quanto riguarda la scelta delle piante.


E’ importante conoscere prima delle scelta le necessità, di terreno e clima, delle varie specie, le temperature minime e massime che sopportano e quanto devono essere esposti al sole durante i diversi mesi dell’anno.

Per fare la differenza ed avere un’aiuola sempre piena di vita, non basterà una semplice piantumazione e la solita innaffiata ma servirà anche impegno nel equilibrare bene gli spazi, in modo tale da soddisfare il proprio gusto ma anche la convivenza delle piante scelte.


Le prime piante da scegliere per un’aiuola con la fioritura a scalare sono le bulbose in quanto sono resistenti ed hanno una fioritura spalmata su un periodo piuttosto lungo: permettono di avere un giardino fiorito in primavera e in estate ma anche alla fine dell’inverno e in autunno inoltrato.

Per quest’ultimo consigliamo crochi, ciclamini, gladioli, dalie, gigli e agapanthus mentre per l’inverno le bulbose da acquistare potrebbero essere Iris, amarillide o leucojum vernum, il classico campanellino o bluebells.

In primavera invece puoi pensare di piantare giacinti, narcisi, tulipani e fresie mentre per le bulbose a fioritura estiva ti consigliamo anemoni e calle.

Accanto alle bulbose, in un’aiuola fiorita non possono mai mancare delle piante arbustive, meglio ancora se sono anche aromatiche, che riescono a darle, in ogni mese dell'anno, un aspetto sempre vivo e curato.

Fiori come camelie ed azalee e piante come timo, lavanda e rosmarino sono perfette perché al profumo uniscono anche l’utilità in cucina. Per coprire eventuali buchi e per contornare lo spazio puoi infine coltivare piante come la Bergenia cordifolia, la Viola odorata, detta più comunemente mammola, oppure la Draba sibirica, una pianta perenne originaria della Groenlandia.



Cosa piantare in estate e autunno

Per avere delle aiuole esteticamente belle da vedersi e sempre fiorite, bisogna scegliere delle piante che siano adatte a seconda del tipo di terreno e del tempo di esposizione al sole del nostro giardino e che abbiano fioriture in periodi differenti.

Un'opzione che consente di avere un giardino rigoglioso e fiorito tutto l’anno, è quella di seminare varie tipologie di fiori a bulbo, cespugli, piante a fioritura estiva, primaverile o invernale, piante annuali o perenni.

Soprattutto queste ultime costituiscono molto spesso la base di un’aiuola perché non sono da sostituire ogni anno. Tra le tante piante perenni che possiamo seminare nel giardino ci sono le rose che fioriscono ogni anno, non temono gli inverni rigidi e sono disponibili in molte varietà e colori.

Un’altra pianta perenne sempre molto gradita è la lavanda che fiorisce tutta l’estate e ha un profumo inconfondibile.

Un’ultima opzione molto gradevole che non può mai mancare in un'aiuola è l’ortensia per i suoi splendidi colori bianco, rosa e blu e per le molteplici varietà da abbinare fra loro.

Un altro tipo di pianta che dovrebbe essere sempre presente in un’aiuola è il sempreverde perché è una tipologia di pianta che nei momenti in cui non ci sono fioriture, mantiene rigogliosa l’aiuola, non perdendo le sue foglie durante il periodo invernale.

Una di queste è l’alloro, una pianta sempreverde aromatica, che non necessita di cure particolari e che è perfetta per le bordure o per essere accanto a delle piante fiorite nella composizione delle aiuole. Un’altra può essere l’Erica che si adatta bene ad aiuole rocciose e dona anche un tocco di colore, il Ligustro, un arbusto sempreverde molto resistente, dai fiori piccoli bianchi molto profumati, e che nelle aiuole si presenta spesso come un cespuglio a forma tondeggiante intorno al quale vengono creati dei giochi di colore con piante a fioriture differenziate.

Un sempreverde i cui piccoli fiori di colore bianco fioriscono sia in estate che in autunno è l'Abelia grandiflora confetti, una pianta nana proveniente dall'Asia Orientale che mostra una sfumatura rosa in primavera e che si caratterizza per le foglie bordate di bianco che in autunno diventano giallo arancio.

Un ultimo sempreverde che vogliamo consigliarvi è il Mirto Tarantino, i cui fiori bianchi sbocciano da giugno a settembre e creano macchie di colore profumatissime mentre le bacche vengono usate in cucina per aromatizzare pietanze e preparare liquori.


Per quanto riguarda invece le piante che fioriscono in autunno, abbiamo il gruppo delle Graminacee, delle Aromatiche con il prezzemolo e la maggiorana, oltre la lavanda già citata e il gruppo del Sedum, le cosiddette piante grasse, tra cui ricordiamo il sedum compressum che in autunno produce bellissime foglie rosse o il sedum sieboldii, l’erba teresina, sulle cui foglie carnose fioriscono dei magnifici fiorellini rosa.

Come dimenticare poi le diverse varietà di anemoni, la cui specie più famosa è l’Anemone japonica, una pianta erbacea perenne molto decorativa, con i suoi grandi fusti fioriferi di oltre 1 metro, ramificati e dotati di foglie.

Ad ottobre fioriscono molte varietà di Crisantemo, dai colori bianchi, gialli, violetto o porpora oppure delle varietà di narcisi o infine e sono molto belli a vedersi, i cavoli ornamentali molto resistenti al freddo che sono un must per chi desidera avere nell’aiuola dei colori molto intensi, come il rosa e il viola.

Per un giardino sempre rigoglioso, ci sono piante che hanno fioriture invernali come il Bucaneve o alcune specie di ciclamino che fioriscono entrambi a gennaio mentre a febbraio fiorisce l'Iris, con i suoi fiori dal colore viola con le sfumature arancio e che emanano quel loro caratteristico profumo.





49 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti